Tavoli interistituzionali

Tavolo interistituzionale contro la violenza sulle donne di Reggio Emilia

Uscire dalla violenza viene naturalmente facilitato quando si può contare sull’appoggio e sulla collaborazione dei soggetti che più frequentemente sono chiamati ad entrare in campo: Servizi sociali, FFOO, Servizi sanitari, Tribunale. Nella pratica di lavoro quotidiano il lavoro di rete si realizza nei contatti attivati, dalla donna o dalle operatrici a fianco della donna, coi soggetti che è necessario incontrare per la realizzazione dei singoli percorsi. Da qui, ma anche dalla volontà politica di produrre riconoscimento e contrasto della violenza in luoghi "altri" rispetto alla Casa delle donne, nascono molte attività di formazione e di promozione di luoghi di confronto/azione permanenti quali il Tavolo interistituzionale sulla violenza di Reggio. Nato nel 2006 su proposta del Comune, vi hanno aderito tutte le Istituzioni che, nell’ambito delle loro competenze, affrontano il tema della violenza: prefettura, tribunale, procura, questura, comando provinciale dei carabinieri, ufficio scolastico provinciale, ordine degli avvocati, Associazione Nondasola, Forum delle donne giuriste. Istituzioni che, nel giugno 2007 hanno firmato un primo protocollo d’intenti e nel giugno 2008 un protocollo operativo, rivisitato nel 2011, per coordinare le rispettive competenze, con l’obiettivo di facilitare e rendere più efficace il percorso delle donne dopo l’emergere della violenza subita.

Tappe significative di lavoro dal 2006 al 2012

Oltre agli incontri di lavoro periodici del Tavolo, vale la pena sottolineare:

 

Scarica il Protocollo d'Intesa (2007)

Scarica il Protocollo operativo (2011)