Mondo scuola

Logo Nondasola

Progetto indifferenza

Mondo scuola

A partire dalla consapevolezza che la violenza maschile contro le donne è una violenza di genere dal 1999 con il Progetto In-differenza è stata avviata un’attività di formazione, con finalità di prevenzione, rivolta in particolare a docenti e studenti/esse delle scuole di Primo e Secondo Grado. 

Nel 2015/2016 sono stati realizzati 37 laboratori. Dal 1999 all’a.s. 2015/2016  sono stati coinvolti circa 11.300 ragazzi/e.

Il Progetto In-differenza comprende la progettazione e la realizzazione dei PERCORSI FORMATIVI che proponiamo alle diverse scuole in una logica di prevenzione e cambiamento personale, relazionale e culturale. Nella progettazione e nella realizzazione degli INTERVENTI NELLE CLASSI abbiamo intrecciato alcuni dei presupposti fondanti la metodologia di accoglienza delle donne che hanno subito violenza con quelle tematiche che, seppur indirettamente, continuano a sostanziare la violenza contro le donne come violenza di genere. Il nostro lavoro intende perciò: dar voce ai disagi, anche di chi in qualche modo assiste, agisce o subisce atti di violenza;
riflettere sulle dinamiche relazionali del gruppo classe e /o di altri gruppi di appartenenza;
valorizzare le diverse identità di donne e uomini per contribuire a contrastare ogni manifestazione vessatoria, in particolare la violenza contro le donne.

Riteniamo che si possa fare prevenzione non, o non solo, informando i ragazzi e le ragazze sulle cose che devono o non devono fare per evitare di agire o subire violenza, ma attraversando i loro pensieri, i loro vissuti per esperire, a volte anche attraverso un piano metaforico, come certi comportamenti e atteggiamenti, apparentemente irrilevanti, finiscano in realtà per legittimare la violenza contro le donne.

Se questo è vero, diventa allora prioritario capire di cosa parliamo quando nominiamo la violenza contro le donne, capire l'importanza di parlare del proprio essere maschio o femmina, della rigidità o flessibilità dei ruoli, delle modalità relazionali, dell'assertività, del valore della differenza, della reciprocità, dello sguardo come riconoscimento o annullamento di sé e/o dell'altro.

Scarica il CV aggiornato al 2015. 

Leggi un approfondimento sul nostro lavoro. 

Leggi l'articolo sul progetto regionale di 'peer education' in cui siamo coinvolte per l'.a.s. 2013/2014.  

 

Il GRUPPO DI LAVORO che va nelle scuole, Gruppo Scuola, è formato da un'equipe di donne diverse per età, formazione, abilità ed esperienze professionali. Queste differenze rappresentano una risorsa perché abbinano l'esperienza diretta maturata al Centro Antiviolenza con quella di chi ha frequentato il mondo degli adolescenti e della scuola, in un intreccio di saperi diversi che arricchisce il nostro operare nella scuola, caratterizzato da una metodologia che tanto deve alla pratica del lavoro tra donne. Il Gruppo Scuola si è costituito come gruppo di ricerca stabile che promuove autoformazione allo scopo di aggiornare le proprie conoscenze e competenze, valutare i percorsi realizzati, condividere i vissuti esperiti, nonché rivisitare le tecniche e le metodologie utilizzate per offrire alle classi approcci il più possibile flessibili e adeguati alle loro esigenze. Il nostro stare nel gruppo parte dall'interrogare l'esperienza stando in ascolto delle domande che essa solleva, e quando avvertiamo scarti o contraddizioni interrompiamo il flusso delle azioni per riservarci spazi di riflessione.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it