Attività di gruppo

Logo Nondasola

Attività di gruppo

Si tratta di incontri tra donne native e migranti, che hanno come obiettivo costante e trasversale quello di offrire uno spazio di parola e confronto tra donne per darsi la possibilità di spezzare la solitudine in cui spesso confina l’esperienza della migrazione; per condividere con altre donne difficoltà incrociate nel proprio percorso di vita e insieme individuare/inventare soluzioni per affrontarle; per progettare, organizzare e realizzare insieme momenti di svago, di esplorazione del territorio, di protagonismo…I temi e gli obiettivi sono variabili e, per lo più, corrispondono alle priorità segnalate dalle donne: innanzitutto la ricerca del lavoro e l’acquisizione di competenze per orientarsi nel mondo del lavoro; la narrazione e la rielaborazione di esperienze di discriminazioni; la conoscenza dei servizi presenti sul territorio, la conoscenza e l’ esplorazione della città; la sperimentazione di ruoli differenti nelle relazioni tra donne; la condivisione di esperienze di creatività e di acquisizione di competenze anche “manuali”, ecc.

 

I corsi di bici

Tra i vari bisogni riportateci dalle donne accolte emerge tra i più importanti quello di potersi spostare con autonomia e competenza all’interno del territorio cittadino e limitrofo. A questa necessità si è cercato di rispondere vuoi passando informazioni relative all’utilizzo dei mezzi pubblici, vuoi costruendo percorsi di “addestramento” all’uso della bici. Tante sono le migranti che nel loro paese non hanno avuto possibilità di conoscere e familiarizzare con questo semplice mezzo di trasporto; imparare ad andare in bici diventa quindi, per molte, sia una soluzione concreta per raggiungere posti non accessibili per tragitti ed orari con i mezzi pubblici, ma anche una forma di potenziamento della propria libertà di muoversi. Pertanto da 3 anni, all’interno del Progetto Lunenomadi, vengono attivati periodicamente corsi per imparare ad andare in bici e brevi percorsi esplorativi della città. In genere ogni corso si sviluppa in 10 incontri di cui qualcuno viene dedicato anche all’acquisizione di regole di base del codice stradale. L’obiettivo esplicito finale è di essere capaci di spostarsi in bici, ma accanto a questo ce ne sono altri trasversali ma altrettanto centrali: : vivere un'esperienza divertente, “cambiare aria“, distrarsi momentaneamente dalla durezza dei problemi esistenziali, ridere e vivere brevi ma significative esperienze di solidarietà e complicità tra donne; costruire fiducia, rafforzare autostima e coraggio; far attenzione a sé, monitorare le proprie forze, accettarsi ed avere pazienza coi propri limiti, accettare il proprio corpo. Inoltre: accettarsi reciprocamente, superare pregiudizi culturali, responsabilizzarsi, essere puntuali, avvisare nel caso che non si riesca a partecipare; imparare ad affrontare e risolvere i conflitti; condividere in modo democratico le decisioni di gruppo (cambiamento di orari, restare sul campo o muoversi, ecc.); educarsi alla sicurezza, all’uso del casco; possibilità di esprimere orgoglio ed entusiasmo, passare dal  “io non ce la farò mai“ al “non l’avrei mai detto“, … Poi alcuni obiettivi di/da contesto: sperimentare e vivere la dimensione della visibilità in un luogo pubblico, fungere da stimolo e curiosità per chi passa e osserva, e riconoscimento (applausi) e collaborazione da parte dei passanti.

Un ulteriore e importante obiettivo: aumentare la propria possibilità di accesso al  mondo del lavoro,  sapendo usare un mezzo di libero spostamento che costa poco e che non inquina.

Le donne interessate a fare il corso possono rivolgersi per accedervi  e avere informazioni più precise alle operatrici di Accoglienza di Lunenomadi; i corsi, generalmente vengono organizzati in primavera e in autunno. 

 

Progetto Lunenomadi

Cosa facciamo

Dove siamo

Iniziative

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it