Home

Logo Nondasola

Dal Palazzo alla Piazza: la manifestazione di Non Una di Meno a Roma

25.11.2017 - Notizie dalla manifestazione del 25.11 a Roma 

Ancora in tante per le strade di Roma, una grande manifestazione per dire agli uomini che la nostra libertà non si tocca. A cui anche Nondasola, insieme a NUDM Reggio ha partecipato. 

La vivacità, la condivisione e la gioia di essere di nuovo insieme era tanta che ci siamo lasciate trasportare dalla grande marea di canti, musica, balli e colori che aumentava sempre più. Una marea di palloncini fucsia, tanti anche con i nomi delle donne che non ci sono più, a ricordarci come la violenza distrugge la vita delle donne. 

L'informazione è stata molto reticente, nei giorni precedenti non ha quasi parlato della manifestazione e questo non ha certamente aiutato. La delusione iniziale, per un numero di presenze inferiore a quello dell'anno precedente, è rientrata vedendo tante giovani donne che fanno ben sperare per un futuro cambiamento. C'erano anche diversi uomini e tanti bambini e bambine, tanta gente ai bordi delle strade a guardare una grande manifestazione contro la violenza e l'oppressione maschile sulle donne senza che ci fosse minimamente nessun atto provocatorio e offensivo, una manifestazione pacifica, come hanno sempre fatto le donne, per dire basta alla violenza maschile in modo chiaro e preciso, basta sul lavoro, nelle case, per strada, sul nostro corpo. Parole decise per dire che è necessario, ora, un radicale cambiamento della politica e della cultura.

Leggi l'articolo di Alessandra Pigliaru e l'editoriale di Norma Rangeri sul Manifesto 

Leggi l'articolo su Noidonne relativo al Piano Femminista di NUDM

25 novembre 2017: la forza e la voce delle donne anima la Camera dei Deputati

25 novembre 2017, Roma

Milletrecento donne alla Camera dei Deputati grazie all'invito di Laura Boldrini. L'incontro si è aperto con le parole della Presidente "Una presenza così imponente, qui a Montecitorio ha un senso che non può sfuggire a nessuno: le donne italiane hanno bisogno di attenzione e ascolto. Per raccontare la violenza subita, certo, ma anche per raccontare la loro storia di riscatto. Per mostrare la loro forza"

Poi si sono susseguite le testimonianze di donne vittime di violenza: dalla dottoressa stuprata durante un turno di guardia medica di notte a quella picchiata e poi tormentata dal fidanzato diventato stalker, a quella della madre la cui figlia è stata oggetto di bullismo sul web tanto da suicidarsi, e tante altre che hanno messo in luce aspetti ingiustificabili anche delle nostre istituzioni. Lentezze, sconti di pena che sembrano incomprensibili, misure precauzionali risibili, decisioni della magistratura difficili da capire, abusi non puniti, omissioni, leggerezze. Tante le voci, coraggiose, forti e commosse, che hanno preso parola sulla violenza subita - fisica, morale, sessuale; hanno denunciato la burocrazia e il maschilismo che rallentano la giustizia, al pari della scarsa comprensione del dolore di chi è stata violentata, hanno richiesto protezione alla parte sana delle istituzioni così come il riconoscimento della violenza senza colpevolizzare le vittime. 

Su tutto un indicibile e sconvolgente dolore che entrava nell'animo di tutte noi. Condivisione, applausi fortissimi per far sentire la nostra vicinanza, lunghi e rispettosi silenzi all'ascolto di storie di donne, tangibili, affidate a parole che pungevano. Un'esperienza molto forte e s-coinvolgente. Un'esperienza dal valore simbolico altissimo. 

Un'atmosfera di grande solidarietà, forza, coraggio, dignità, determinazione. Emozioni che avvolgono, e altrettanto vivificano e incoraggiano a impegnarsi sempre di più a contrastare la violenza sulle donne. Noi c’eravamo e ci siamo.

Clicca qui per ascoltare tutta la diretta di #Inquantodonna

Leggi un bell'articolo di Daniela Preziosi sull'evento. 

Novembre 2017: al via la campagna di prevenzione contro la violenza maschile sulle donne promossa da studenti e studentesse del Liceo Canossa

Comunicato stampa, 20 novembre 2017

“Abbiamo scelto dei manifesti semplici con frasi dirette per raggiungere lo scopo di mostrare che in amore nulla è da dare per scontato. Una violenza può essere interrotta con il risuono delle parole che abbiamo scelto proprio come sirene d’allarme.”

Con queste parole le ragazze e i ragazzi della 3H del Liceo Matilde di Canossa di Reggio Emilia raccontano la campagna di prevenzione contro la violenza maschile sulle donne lanciata oggi negli istituti di istruzione superiore di Reggio Emilia attraverso la creazione di 5 manifesti. Dopo un percorso di prevenzione durato un intero anno scolastico con l’Associazione Nondasola, studenti e studentesse hanno deciso di mandare un messaggio ai/lle loro coetanei/e: la violenza sulle donne e sulle ragazze può essere contrastata se, nella quotidianità delle relazioni affettive, si riescono a riconoscere, ascoltare, svelare piccoli gesti e modalità che parlano di controllo, ricatto, possesso, disparità. 

“Nei manifesti c’è anche un simbolo non scontato: un uguale che mette al pari l’uomo e la donna, ma anche stesse gambe che vanno insieme verso una stessa direzione. Gambe che rappresentano una scelta: nessuno prevale sull'altro ma insieme camminano con lo stesso passo.”

Camminare insieme, maschi e femmine, con lo stesso passo: è in questa scelta, non scontata, che i ragazzi e le ragazze della 3H scorgono la possibilità e la responsabilità di relazioni più libere e felici.

I Manifesti sono promossi in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale, il Comune di Reggio Emilia. 

Giovedì 23 novembre "10 anni di Rete", l'iniziativa del Tavolo interistituzionale di contrasto alla violenza contro le donne

E' per Giovedì 23 novembre alle ore 15 presso la Sala del Tricolore del Municipio di Reggio Emilia, l'appuntamento con l'evento pubblico "Report 10 anni di Rete", promosso dal Tavolo interistituzionale di contrasto alla violenza contro le donne di Reggio Emilia, nell'ambito del progetto TRAME, finanziato con il sostegno della Regione Emilia Romagna.

Attraverso le voci dei protagonisti e delle protagoniste, tra cui l'Associazione Nondasola, l'iniziativa sarà l'occasione per presentare il report sui 10 anni di attività del Tavolo. Una rete concreta di sostegno che, da tempo, lavora stabilmente per garantire alle donne che subiscono violenza e ai loro figli e figlie risposte e strategie di intervento più efficaci, tempestive e integrate. 

Scarica l'invito. 

 

Lunedì 20 novembre 2017 "Amorosi Assassini", uno spettacolo poetico contro la violenza sulle donne

E' per Lunedì 20 novembre alle ore 20.30, nella suggestiva cornice della Sala degli Specchi (Teatro municipale Valli) di Reggio Emilia, l'appuntamento con "Amorosi Assassini. Facciamo finta di niente dai..." di e con Valeria Perdonò, accompagnata da Marco Sforza al pianoforte. Una donna, un'attrice, che decide di portare sul palcoscenico il tema della violenza maschile sulle donne e di farlo con poesia e attenzione documentale, citazioni semiserie e affondi nella cronaca, ballate, considerazioni sociologiche e sottile ironia.

Promosso dal Comune di Reggio Emilia in collaborazione con l'Associazione Nondasola e il Tavolo interistituzionale di Reggio Emilia, in occasione del 25 Novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, lo spettacolo teatrale è ad ingresso gratuito e aperto alla cittadinanza. 

Per maggiori info scarica la locandina. 

25 novembre 2017: torna la marea di Non Una di Meno

L'appello del movimento Non Una di Meno per la manifestazione nazionale del 25 novembre 2017 a Roma, a cui aderisce anche la Rete nazionale dei centri antiviolenza D.i.Re.  Ci vediamo tutte a Roma!

25 novembre 2017. Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. 

Non Una di Meno torna a Roma per una manifestazione nazionale.  Piazza della Repubblica, ore 14.00

“Il prossimo 25 novembre inonderemo di nuovo le strade di Roma, per lanciare il nostro Piano femminista insieme ad un messaggio chiaro: non ci fermeremo finché non saremo libere dalla violenza maschile e di genere in tutte le sue forme”. Le donne tornano in piazza il 25 novembre prossimo con una grande manifestazione nazionale contro la violenza maschile e di genere.

Leggi tutto...

Venerdì 17 novembre "Il sapere degli altri - culture popolari a Reggio Emilia"

Nell'ambito del festival "Il sapere degli altri - culture popolari a Reggio Emilia", l'Associazione Nondasola interverrà all'evento, promosso dall'Associazione Rose di Seta,"Spazi al talento", che si terrà Venerdì 17 novembre alle ore 19 presso la Polveriera di Reggio Emilia (Via Terrachini, 18/1). L'incontro sarà l'occasione per mettere a tema la valorizzazione delle arti sartoriali e discipline connesse in un'ottica anche di rete con il mondo imprenditoriale reggiano e non solo.

Nondasola, da alcuni anni ha investito in un laboratorio formativo in campo sartoriale rivolto a donne sostenute dall'associazione. E' stato grazie all'iniziativa di alcune di esse che, nel 2015, è nata l'APS Rose di Seta, attiva nell'ambito del recupero dei saperi sartoriali e artigianali. Una genesi al femminile che sarà restituita alla città in occasione dell'evento pubblico. 

Alle 21 sfilata con alcuni dei capi realizzati dagli allievi/e di Rose di Seta. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Designed by andreabenassi.it